MacOS e Iphone companion

MacOS e Iphone companion

di 6 Dicembre 2020 0 commenti

Se avete un Mac forse avete, o state pianificando di avere, un Iphone. Il motivo, al di là di varie considerazioni estetiche o economiche, è la capacità di lavorare in sinergia tra i due sistemi come fossero un tutt’uno.

Tuttavia se state facendo il mio percorso, ovvero avere un Mac prima e successivamente un Iphone, potreste riscontrare che tale sinergia non sia presente se non in minima parte.

La parte minima sono le App. Note, Pages e Numbers, come il calendario e il promemoria si allineano chiaramente se stiamo utilizzando il medesimo Apple ID che serve per collegarsi ai vari servizi di corredo offerti dall’Azienda di Cupertino.

Ma manca tutto il resto. Per prima cosa è necessario effettuare per una volta il collegamento fisico dell’iphone al MacOS, attraverso il cavo che è in dotazione al telefono. Inserito il cavo, dopo aver passato il controllo biometrico, vedremo nel finder il nostro Iphone. A questo punto è necessario spuntare, nella schermata generale, la voce “Mostra iphone se è attiva la connessione wi-fi“.

Fatto questo passo possiamo staccare il cavo e dimenticarci di esso. Da qui in poi se il Mac e Iphone sono nella stessa rete wi-fi si vedranno in modo automatico.

Ricevere le telefonate sul MacOS

Si possono ricevere le telefonate, o meglio la notifica di esse, che sono in arrivo sul telefono sul laptop o desktop, perfino sul tablet. In questo caso dobbiamo andare sulle Impostazione del nostro Iphone, quindi individuare la voce “Cellulare“. Tra i menù sarà presente una voce “Su altri dispositivi“. Premendo avremo accesso alla funzione che permette appunto di indicare su quali dispositivi, tra quelli in nostro possesso e dichiarati con l’Apple ID, che possono veicolare le notifica.

Da questo punto in poi dopo qualche squillo vedremo su MacOS (chiaramente se l’ambiente è sbloccato e lo schermo acceso) nella zona delle notifiche una pop-up che permette di rispondere o agganciare rispondendo con un SMS.

SMS (iMessage) e Facetime

Se riceviamo le telefonate è possibile anche farle, idem per gli SMS. Infatti sarà necessario configurare Imessage e FaceTime, due applicativi già presenti di default sia in Ios che MacOS. Per entrambi è necessario che siano registrati nello stesso Apple ID e che siano nella medesima rete wi-fi. Tuttavia per MacOS ho dovuto assicurarmi di avere il Firewall disattivato o comunque configurato per veicolare le porte necessarie. Oltre a questo non riuscivo a completare la registrazione con l’Apple ID. Nonostante mettessi le credenziali venivo respinto con un “errore sconosciuto”. La soluzione è stata quella di effettuare una cancellazione dei certificati seguita da un riavvio completo di MacOS.

Per eliminare i certificati sarà necessario avviare il programma “portachiavi” (CMD + Spazio, seguito dalla parola Portachiavi). Ho scelto il profilo “icloud” in alto a sinistra, quindi utilizzando la ricerca, ho digitato “facetime” cancellando tutte le occorrenze che ho trovato. Ho poi effettuato un riavvio del sistema. Al rientro sono riuscito a immettere le credenziali con successo.

A questo punto con le impostazioni di default dell’Iphone dovreste vedere gli SMS in entrata su iMessage. Mentre con Facetime sarà possibile fare delle chiamate telefoniche. Ribadisco il concetto che per funzionare i dispositivi devono coesistere in quel momento nella medesima rete wi-fi.

Per verificare la ricezione dei messaggi, andare sulle impostazioni di Iphone, quindi cercare la voce Messaggi. Tra le opzioni ci sarà la voce “Inoltro SMS” che ci porterà alla schermata dove scegliere su quale dispositivo inoltrare il materiale.

Conclusioni

In conclusione il sistema di Apple permette di fare cose interessanti e inusuali. Non certo senza dover andare a smanettare tra i menù, e questo è strano visto e considerato che proprio un vanto dell’azienda sono determinati automatismi e semplificazioni per l’utente anche meno curioso o informato.

Vuoi dire o aggiungere qualcosa?

sezione commenti aperta al pubblico

Non ci sono ancora commenti!

Puoi essere il primo a commentare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.