macOS: virgolette, accenti e diavolerie varie

macOS: virgolette, accenti e diavolerie varie

di Pubblicato: 12 settembre 2017 0 commenti

Specie quando si va ad aggiungere codice, ci sono dei momenti in cui vengono richiesti dei caratteri in cui è sempre complicato ricordarsi. In macOS non si discosta molto da altri sistemi, ma se non altro è un po’ più semplice saltarne fuori.

Attenzione, è probabile che chi consulta questa pagina con un sistema operativo diverso possa non vedere correttamente tutti i simboli.

Dal finder basta scrivere “tastiera” per essere catapultati nelle preferenze di sistema alla voce tastiera. Qui sulla tab “sorgenti di input” avremo la nostra tastiera, ad dire il vero un po’ in piccolo.

Come si vede presenta la disposizione dei tasti che vediamo fisicamente nella realtà, ma se premiamo i tasti alt/option, shift o control il loro comportamento cambia e ci verrà rivelato il carattere nascosto. Una ulteriore visione salta fuori premendo i tasti:

alt/option+shift alt/option+control command⌘+alt/option

Attraverso queste sequenze è quindi possibile andare direttamente a scegliere il carattere voluto. Vediamo una carrellata di quelli che possono risultare più interessanti.

Virgolette.

Le virgolette classiche, cioè ⇒ ‘ sono quelle che abbiamo a disposizione sulla tastiera, in corrispondenza del tasto ?, sono dette anche virgolette dritte, ma se vogliamo le virgolette ad apice, o inglesi? vediamo un piccolo compendio (metterò la scritta blabla  a fianco per avere un metro di paragone altrimenti sembrano tutte uguali).

virgolette ad apice alte, apertura:
alt+3

‘ blabla

virgolette ad apice alte , chiusura:
alt+shift+3

’ blabla

virgolette doppie alte, apertura:
alt+2

“ blabla

virgolette doppie alte, chiusura:
alt+shift+2

” blabla

virgolette inglesi alte. Apertura:
alt+8

´ blabla

virgolette inglesi alte, chiusura:
alt+9

` blabla

virgolette alte utilizzate in markdown, sembra uguale alla precedente ma non lo è; comportamento unico:
alt+\

` blabla

virgolette basse (poco utilizzate), comportamento unico:
alt+shift+q

‚ blabla

virgolette doppie basse (poco utilizzate), comportamento unico:
alt+q

„ blabla

Parentesi.

Per la codifica sono importantissime. Quelle  tonde le salto visto che sono letteralmente a vista.

parentesi quadrate, apertura:
alt+è

[ blabla

parentesi quadrate, chiusura:
alt++

] blabla

parentesi graffe, apertura:
shift+alt+è

{ blabla

parentesi graffe, chiusura:
shift+alt++

} blabla

Apici.

Anche gli apici sono piuttosto importanti. Non cito <> (maggiore e minore) perché sono presenti direttamente sulla tastiera.

simbolo di minore o uguale:
alt+<

≤ blabla

simbolo di maggiore o uguale:
shift+alt+<

≥ blabla

simbolo della diseguaglianza di valore:
alt+0

≠ blabla

doppio apice a sinistra:
alt+1

« blabla

doppio apice a destra:
alt+shift+1

» blabla

apice piccolo a sinistra:
alt+6

‹ blabla

apice piccolo a destra:
alt+shift+6

› blabla

Caratteri vari.

altri caratteri di interesse.

barra di separazione utilizzata generalmente come simbolo di OR:
shift+\

| blabla

tre puntini di sospensione:
shift+,

… blabla

simbolo del circa/approssimativamente:
alt+5

~ blabla

simbolo del loop o infinito:
shift+alt+à

∞ blabla

tripla linea:
shift+alt+-

— blabla

trattino alto:
alt+shift+s

¯ blabla

simbolo del diviso:
alt+7

÷ blabla

simbolo della apple, presumo significhi l’equivalente del tasto command:
alt+shift+8

 blabla

simbolo del copyright:
alt+c

© blabla

Esistono poi tutti i simboli più strettamente ad utilizzo matematico, come la somma totale, la radice quadrata eccetera che qui non cito per brevità.

Ti è stato utile questo articolo?
Considera una piccola donazione: 1MVsPDJu9ctp8WfyiQHJCPjwFJKe7YWHek

Vuoi dire o aggiungere qualcosa?

sezione commenti aperta al pubblico

Non ci sono ancora commenti!

Puoi essere il primo a commentare.

Rispondi