MacOS: mantenere attiva la sessione ssh

MacOS: mantenere attiva la sessione ssh

di Pubblicato: 30 ottobre 2018 0 commenti

Con le impostazioni di base di MacOS, a dire il vero mi succedeva anche con la Ubuntu Linux versione Desktop, se dopo aver avviato una sessione SSH non interagiamo con essa, questa “rimane appesa”, o come si dice in gergo, in hangup, cioè il collegamento è di fatto crollato e va istanziata una nuova sessione.

Il messaggio che torna, dopo un po’ che il terminale è di fatto totalmente non responsivo alle nostre azioni tanto da sembrare bloccato è “Write failed: Broken pipe“.

Fortunatamente essendo MacOS un sistema “Unix Like” molto simile a Linux (ma non identico) possiamo intervenire sul file di configurazione che troviamo sotto /etc/ssh/ssh_config. Essendo un file di configurazione sotto /etc è necessario utilizzare sudo per la modifica dei file, ad esempio attraverso Nano:

sudo nano /etc/ssh/ssh_config

Verrà chiaramente richiesta la password di accesso al computer, dopo sarà sufficiente aggiungere la seguente riga in fondo al file:

ServerAliveInterval 120

Dove il valore di 120 è espresso in secondi, ovvero ogni due minuti viene inviato un segnale al server a cui siamo connessi in cui dichiariamo di essere ancora collegati, evitando così la scocciatura di “rimanere appesi”.

Chiaramente il valore di 120 secondi potrebbe andare adattato a seconda del server a cui ci colleghiamo, poiché la sua configurazione potrebbe essere differente, in linea di massima questo valore dovrebbe andare bene nelle condizioni di default.

Libri che ti consiglio sull'argomento

Alcuni titoli che ho trovato utili come manuale tecnico per questo articolo

Vuoi dire o aggiungere qualcosa?

sezione commenti aperta al pubblico

Non ci sono ancora commenti!

Puoi essere il primo a commentare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.