Command Line per Visual Studio Code su macOS

Command Line per Visual Studio Code su macOS

di Pubblicato: 11 settembre 2017 0 commenti

Oggi portiamo all’attenzione un piccolo trucchetto per fare in modo di utilizzare Visual Studio Code su macOS in modo più efficace. In particolare vediamo come poter attivare l’editor su un particolare progetto caricando tutte le cartelle e sotto cartelle utilizzando la linea di comando.

Ovviamente dobbiamo aver installato Visual Studio Code, quindi lo avviamo dal Finder o da Launchpad. Una volta attivato possiamo attivare la “command Palette” attraverso la sequenza di tasti ⇧⌘P. Quindi scriviamo shell command, e apparirà a video due opzioni:


come si vede dall’immagine soprastante, una permetterà l’installazione e l’altra la disinstallazione di Visual Studio Code nella path. In sostanza viene aggiunta alla path presente in $HOME/.bash_profile quella relativa al programma in questione. E’ comunque possibile effettuare tale operazione per conto proprio con:

cat << EOF >> ~/.bash_profile
# Add Visual Studio Code (code)
export PATH="$PATH:/Applications/Visual Studio Code.app/Contents/Resources/app/bin"
EOF

Se abbiamo il terminale acceso meglio effettuare una uscita completa attraverso la sequenza di tasti ⌘Q quindi richiamare il terminale. Possiamo spegnere anche Visual Studio.

A questo punto possiamo spostarci da terminale nella directory del progetto ( esempio: cd nomeprogetto ). Una volta al suo interno scriveremo semplicemente code . e ci troveremo il nostro editor che avrà automaticamente caricato tutti i file e le cartelle e sottocartelle. Richiamo l’attenzione al punto finale, poiché se diamo solo code, avvieremo l’editor con le ultime impostazioni (cioè gli ultimi file modificati) relative all’ultima sessione utilizzata.

Questa operazione la potremo effettuare in parallelo su altri progetti con la peculiarità che verrà caricata una nuova finestra di VS Code con l’esclusività dei file di quel contesto. Ovviamente rimane, come per i sistemi Windows, la possibilità di poter caricare dal menu contestuale eventuali Directory, ma personalmente trovo molto più rapido ed efficace il metodo qui esposto.

Ti è stato utile questo articolo?
Considera una piccola donazione: 1MVsPDJu9ctp8WfyiQHJCPjwFJKe7YWHek

Vuoi dire o aggiungere qualcosa?

sezione commenti aperta al pubblico

Non ci sono ancora commenti!

Puoi essere il primo a commentare.

Rispondi