Entrare nel mondo BitCoin

Entrare nel mondo BitCoin

di Aggiornato: 21 ottobre 2018 0 commenti

Una delle domande per chi inizia ad interessarsi di Bitcoin o le cripto valute in generale è “come acquisto Bitcoin?”. Una seconda domanda potrebbe essere, “ma se ho Bitcoin (o altre valute digitali) come li converto in denaro tradizionale?“. Indubbiamente la strutturazione delle cripto valute è quanto mai complicata, ma si tratta di una problematica che sta scemando molto velocemente poiché più di qualcuno vi ha posto rimedio.

Chiaramente in questa fase, chiamiamola impropriamente storica, le Banche tradizionali non vedono di buon occhio cose come Bitcoin e soci, sebbene ad esempio dietro al progetto Ripple e la sua cripto moneta ci siano proprio le banche. Quindi andare in banca e dire “voglio comprare Bitcoin” al momento non è possibile.

Tuttavia esistono dei progetti che permettono un punto di contatto tra il mondo delle cripto monete e le monete cosiddette FIAT (che non c’entra un tubo con la marca automobilistica, ma è una sigla per identificare le monete “reali” come euro, dollaro, yen eccetera). Questo progetto si chiama Wirex e permette in pochissimi passaggi di ottenere gratuitamente (al momento in cui scrivo) una prepagata VISA paragonabile per servizi alla ben più nota Postepay. Non ci sono costi di ingresso e nemmeno di ricarica ma bensì di mantenimento, al momento in cui scrivo sono pari a 1,20€ al mese per singola carta, poco meno di 15€ l’anno.

Cosa possiamo fare con questa prepagata?

Beh, partiamo dalle cose classiche di una prepagata fisica. Possiamo effettuare acquisti online o nei negozi che accettano le carte di debito/credito del circuito VISA, effettuare prelievi nel bancomat (qui viene addebitata una fee da 2,25€).

Essendo una carta “prepagata” (o meglio a debito per la banca) per inserire fondi si può utilizzare il bonifico bancario SEPA attraverso i servizi di Fast Payment (da verificare se la vostra banca li supporta). Fino a qui nulla di nuovo sotto il sole.

La parte interessante è che appena create l’account su Wirex, verrà creato un wallet con un vostro indirizzo Bitcoin. Questo indirizzo funziona a doppio filo con la carta di debito/prepagata, per cui è possibile trasferire fondi da Bitcoin (o altre cripto valute) alla carta o viceversa attraverso la funzione di cambia valute.

Avrete capito che spostando dal wallet alla carta i fondi derivati dalle cripto monete, potremo utilizzare la carta per fare acquisti su Amazon o siti simili, oppure in negozio se abbiamo quella fisica. Non ci sono commissioni se non quelle classiche di transazione di Bitcoin che però sono proprie del sistema.

Nel caso non disponessimo di Bitcoin possiamo comprarli direttamente da qui, attraverso un bonifico SEPA, infatti dal wallet è possibile appunto acquistare la cripto moneta e fare il nostro ingresso nel mondo delle valute digitali.

Oltre a Bitcoin sono supportati Ethereum, Litecoin e Ripple ed è possibile effettuare una sorta di cambiavalute, cioè ad esempio da Ethereum a Bitcoin, direttamente dal sistema medesimo.

Per ottenere la carta.

Per ottenere la carta è piuttosto semplice, basta aprire l’account su Wirex e quindi dalla dashboard scegliere di “acquistare” una carta che vi verrà consegnata a casa via posta. Come detto all’inizio questa è gratuita.

Una volta ricevuta a casa si potrà attivarla online seguendo i processi indicati, comunque una operazione di poco conto

E’ anche possibile gestire la carta attraverso lo smartphone con app dedicata per IOS o Android, cosa che non tratterò in questo articolo.

Più importante è comprenderne i vantaggi. Infatti questo sistema permette ad esempio di poter effettuare trading in modo più snello, poiché possiamo sganciarci da molti dei servizi degli Exchange. Portare ad esempio i nostri guadagni sistematicamente fuori da quel sistema, oppure spostare valore che stiamo “tradando” (giocando con le differenze di valore di una valuta) muovendolo velocemente al di fuori del mercato. Oppure più banalmente utilizzare questo o quell’exchange senza necessariamente dover passare tutte le noiose trafile di verifica che sono richieste nel caso di immissione fondi che non siano bitcoin o altcoin (cioè fare un bonifico che ci servirà a comprare criptovaluta).

Chiaramente non tutto è gratuito e Wirex deve guadagnare da qualche parte. Come ho detto esiste un costo mensile di 1,20€. Un ulteriore aspetto ovviamente è “ci si può fidare?” La Wirex è una società con sede a Londra di proprietà della WaveCrest Holdings Limited con sede in Gibilterra. Da una ricerca entrambe le società esistono e sono accreditate da Visa e Mastercard. WaveCrest in particolare è specializzata proprio nei sistemi di carta prepagata offrendo servizi di supporto nella gestione digitale e sistemi di trasferimento per conto terzi.

Chiaramente rispetto ad un ente tradizionale come banche o poste si hanno molti meno sistemi di tutela, quindi vi consiglio di non lasciare fondi importanti nel wallet o nella prepagata. Nel caso vogliate accantonare Bitcoin è altamente consigliabile utilizzare un wallet offline.

Non ultimo per chi è fortunato a detenere cifre importanti sappiate che questa carta non ha limiti di spostamento o cambio, ma in realtà esiste un limite di saldo che è pari a 16000 euro, mentre lato Bitcoin non ci sono limiti indicati. Quindi nel caso del dicembre 2017 dove un Bitcoin era scambiato a 20000 euro sarebbe potuto essere un problema smobilitare tale cifra.

Per trarre le conclusioni; si tratta di un efficace link tra il mondo delle cripto valute e il sistema tradizionale, una sorta di passepartout tecnologico che permette di utilizzare Bitcoin come bancomat.

Nota di trasparenza: sebbene l’articolo riporti l’esperienza personale di utilizzo di questo servizio, i link verso Wirex sopra esposti sono referred.
L’autore non si assume responsabilità dovute a cambiamenti che la società della carta può apportare nel tempo e possono differire dall’articolo.

Vuoi dire o aggiungere qualcosa?

sezione commenti aperta al pubblico

Non ci sono ancora commenti!

Puoi essere il primo a commentare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.