Linux, rinominare le interfacce di rete (udev)

Linux, rinominare le interfacce di rete (udev)

di Aggiornato: 11 marzo 2018 0 commenti

Quando si cambia l’hardware, tipicamente la scheda madre visto che oramai il 99% delle schede di rete sono integrate, succede che al successivo avvio Linux si accorge della presenza di una nuova scheda di rete, e si limita ad “archiviare” la precedente ethernet.
La nuova interfaccia invece sarà nominata aumentando di uno, quindi se prima avevamo la eth0, quella nuova sarà eth1 e così via.

E’ probabile che per vari motivi si voglia ripristinare la eth0.

Per arrivare a questo risultato dobbiamo per prima cosa essere sicuri di “riconoscere” la nostra scheda di rete attuale, e lo faremo attraverso il MAC Address. Con il comando:


ifconfig -a | grep -i HW

Verrà mostrato un risultato del tipo:


eth1 Link encap:Ethernet IndirizzoHW 5c:99:0a:46:t7:0y

Prendete nota del MAC Address, o almeno delle ultime 4 cifre.

A questo punto andiamo ad editare il file:

/etc/udev/rules.d/70-persistent-net.rules

All’interno del file vedremo qualcosa di simile


# PCI device 0x8086:0x10ea (e1000e)
SUBSYSTEM=="net", ACTION=="add", DRIVERS=="?*", ATTR{address}=="4c:36:0f:70:s6:0c", ATTR{dev_id}=="0x0", ATTR{type}=="1", KERNEL=="eth*", NAME="eth0"

# PCI device 0x14e4:0x4353 (brcmsmac)
SUBSYSTEM=="net", ACTION=="add", DRIVERS=="?*", ATTR{address}=="5c:99:0a:46:t7:0y", ATTR{dev_id}=="0x0", ATTR{type}=="1", KERNEL=="eth*", NAME="eth1"

Verifichiamo che l’ultima riga, ovvero quella relativa ad eth1, il MAC Address corrisponda al comando ifconfig dato in precedenza. A questo punto rinominiamo eth1 in eth0 e cancelliamo la riga relative alla “vecchia” eth0 e il commento che la precede.

Riavviando la macchina questa assumerà eth0 come prima interfaccia, esattamente come volevamo.

Libri che ti consiglio sull'argomento

Alcuni titoli che ho trovato utili come manuale tecnico per questo articolo

Vuoi dire o aggiungere qualcosa?

sezione commenti aperta al pubblico

Non ci sono ancora commenti!

Puoi essere il primo a commentare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.