Criptocoin gratis da adblock

Criptocoin gratis da adblock

di Pubblicato: 25 ottobre 2018 0 commenti

Un curioso modo per entrare nel mondo delle cripto valute senza spendere nulla, per giunta unendo l’utile al dilettevole, già perché oltre a prendere qualcosina possiamo bloccare le pubblicità rompiscatole.

Vi dico subito che i guadagni dovrebbero essere del tutto risibili, almeno allo stato attuale, anzi il progetto ha recentemente fallito il goal di racimolare soldi (veri) nella Initial Coin Offer. Questa operazione infatti doveva essere propedeutica oltre che allo sviluppo del software anche a presentarsi nel mercato, e da qui scoprire il vero valore del progetto e quindi delle cripto monete che si può ottenere.

Andiamo con ordine, il progetto si chiama Varanida, con sede in Francia e di fatto utilizzando un fork del noto software Ublock Origin, permette di bloccare i banner. Per chi non lo sapesse Ublock è un efficace adblocker, ovvero un sistema che permette di intercettare le chiamate verso i banner ed invalidarle, per giunta sistemando la pagina per non avere fastidiosi “buchi” dove i banner dovevano stare.

Infatti le pagine web essendo scaricate ed interpretate dal nostro browser possono benissimo essere manipolate da un software, in questo caso a nostro interesse, poiché levano le pubblicità in particolare quelle fastidiose, ma arrivano persino ad intercettare le pubblicità su Youtube.

Chiaramente c’è un dibattito di tipo etico sulla questione, infatti se non vediamo le pubblicità su cui alcuni siti si reggono i piedi economicamente è un bel problema. Dall’altra parte gli utenti sono stati vessati proprio a causa dell’utilizzo troppo smodato di queste ultime e la nascita di questi sistemi è stata solo una soluzione ad un problema.

Tralasciando le questioni filosofiche ad altri, Varanida aggiunge al sistema di Ublock quello della blockchain utilizzando un Token ERC20 di Ethereum. Lo scopo finale è quello di poter scegliere se vedere la reclame ed eventualmente quanto cedere in termini di dati personali dietro un compenso. Per dati personali non si intendono quelli che credete voi, ma quelli che già ora i sistemi di tracciamento ci spillano per fini di pubblicità mirata. In sostanza veniamo tracciati attraverso alcuni sistemi e i dati vengono raccolti ed elaborati ad hoc, anche se non abbiamo mai dichiarato chi siamo o come ci chiamiamo. Ed è poi il motivo per cui la U.E. è intervenuta con la Cookie Law prima e la GPDR più recentemente, purtroppo finendo con il rompere le scatole a tutti fuorché ai diretti interessati… ma questa è un’altra storia.

Quindi Varanida sostanzialmente si propone di bloccare automaticamente le pubblicità e per chi lo desidera aprire un po’ le maglie a quel tracciamento di cui sopra dietro il compenso di un token digitale che è il VAD.

Al momento il progetto è in fase evolutiva e potrebbe anche non arrivare mai a vedere il goal finale per mille motivi, tuttavia siccome è partita da un fork di Ublock, il sistema di blocco delle pubblicità è pienamente funzionale ed efficace. A questo si aggiunge il sistema dei token che anch’esso è attivo, e in questa fase per ogni blocco pubblicitario vengono distribuiti a titolo di “utente sperimentale” questi token il cui valore come detto è molto basso. Si parlerebbe di 0,05 centesimi, uso il condizionale perché appunto come detto all’inizio i VAD non sono listati a mercato e quindi non c’è una certezza sul loro valore. Non secondario, per chi è nuovo per il mondo dei token da cripto valuta, il software stesso è di fatto una wallet semplificato, questo permette di saltare tutto il complicato (da spiegare) processo di creazione di questo aspetto.

Qualche considerazione al volo, utilizzare Ublock e Varanida è sostanzialmente uguale, entrambi i codici sono open source e quindi visionabili, al momento non ci sono motivi per non fidarsi. Utilizzando Varanida in questa fase “early” si guadagnano questi VAD che come detto valgono poco, però calcolando che non dobbiamo fare assolutamente nulla cascano letteralmente dal cielo. La ICO (raccolta fondi) è fallita ma questo a detta degli sviluppatori non sarà un ostacolo al progetto, solo un ritardo nella scaletta di marcia. Va detto che in questa fase di ICO ce ne sono fin troppe e che non si raggiunga il risultato è del tutto normale. Ultimo ma non meno importante, nel mondo blockchain ci sono mille mila progetti che non hanno prodotto un tubo, si basano su delle promesse eppure i token di questi hanno valori discreti ove non esageratamente alti. Varanida anche se di suo ha prodotto solo una parte del codice attivo è comunque un progetto tangibile e già oggi utilizzabile, se non altro come adblocker.

Varanida è disponibile come una estensione di Firefox e/o Google Chrome,  quindi si sta poco ad installarla e a rimuoverla nel caso non risponda alle nostre aspettative.

Se avete trovato interessante questo articolo, dopo l’installazione al primo avvio vi chiede se avete un codice referral, questo è il mio

0xf92d18ff23fa8e854b14766404021551082d4caf

potete utilizzarlo e avrete già un piccolo gruzzolo di VAD di partenza.

Vuoi dire o aggiungere qualcosa?

sezione commenti aperta al pubblico

Non ci sono ancora commenti!

Puoi essere il primo a commentare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.